img1
img2
img3

Cooperativa EOS

SEGUI LE ATTIVITA' DELLA COOPERATIVA SU FACEBOOK!

 

Punto EOS

Che cos'è
La struttura semiresidenziale Punto Eos si propone di essere un riferimento per utenti e familiari attraverso l’organizzazione di attività ricreative ed educative per i tuoi figli con difficoltà.

Cosa facciamo
L'obiettivo è la riduzione dell'emarginazione grazie a uno staff specializzato e il coinvolgimento del bambino in giochi di gruppo, volti alla socializzazione e all’integrazione.
Il Centro offre inoltre la possibilità di partecipare a laboratori musicali ed artistici e ad attività di recupero scolastico.

Tuo figlio al Centro
La campagna di sensibilizzazione "Tuo figlio al Centro" ti offre la possibilità di saperne di più su come risolvere attraverso le nostre attività i problemi di tuo figlio.
Per discutere con noi delle problematiche su infanzia e adolescenza difficili ed aggiornarti su ricerche e nuove opzioni educative visita il gruppo di discussione su Facebook dedicato a questi temi. 

Prova il Centro gratuitamente
Durante la durata della campagna avrai la possibilità di accedere ai servizi del Centro diurno Punto Eos gratuitamente per un periodo di prova di dieci giorni al fine di valutare, in totale serenità, l'eventuale scelta di partecipazione ed iscrizione.

Le attività
Visualizza il calendario delle attività del Centro (.pdf)

Quando siamo aperti
Il centro è aperto tutto l’anno dal lunedì al sabato.

Modalità d'accesso e costi

Il servizio è rivolto a minori con disagio psico-fisico, quali autismo, iperattività, ritardo dello sviluppo psicomotorio lieve/medio.
L’ammissione è preceduta da un periodo di prova e osservazione gratuito di circa dieci giorni, in cui l’equipe valuterà la rispondenza del servizio al reale bisogno dell’utente.
Per informazioni relative ai costi di accesso al servizio contattare uno dei numeri di seguito riportati:

• 081/5036822
• 3396628911
• 3208068181

Visita la pagina dei contatti per richiederci tutte le informazioni che desideri.

PTRI

Il laboratorioEOS è iscritta nell’elenco cogestori ASL Caserta e attualmente co-gestisce P.T.R.I. (Progetto Terapeutico Riabilitativo Individualizzato nelle seguenti aree:

asse apprendimento-espressività

  • promuovere attraverso l’apprendimento e l’applicazione delle conoscenze l’accesso e la fruizione di beni e servizi normalmente non fruiti;
  • valorizzare tutte le attività utili svolte dalla persona con disabilità, rendendole possibili;
  • identificare e promuovere ciò di cui una persona con disabilità è capace;
  • mettere in grado la persona con disabilità di usare l’immaginazione e il pensiero in collegamento con l’esperienza e la produzione;
  • favorire la produzione di opere auto/espressive e di eventi,scelti autonomamente;
  • garantire la cura del corpo delle persone con disagio,con particolare riferimento alla cura di se’;
  • garantire la libertà positiva di espressione e partecipazione;
  • promuovere l’apprendimento di una abilità,prima non posseduta,e/o lo sviluppo della stessa;
  • promuovere l’apprendimento di base,come l’imparare a leggere,a scrivere,a calcolare,a risolvere problemi e le esperienze sensoriali intenzionali,come il guardare,ascoltare,utilizzare gli organi di senso intenzionalmente per sperimentare stimoli (toccare,gustare,sentire profumi,ecc);
  • favorire il senso di appartenenza alla comunità locale da parte delle persone con disagio psichico;
  • stimolare le azioni in collettivo per la soddisfazione di bisogni comuni;
  • promuovere la qualità dei prodotti auto espressivi e delle relazioni , la bellezza dei luoghi, degli strumenti e delle metodologie della formazione e /o produzione;
  • sostenere la persona affinché senta spettabile la propria diversità;
  • riconoscere la pratica dell’identità di genere e degli affetti;
  • promuovere l’acquisizione di abilità informatiche, l’utilizzo di internet e la possibilità di dialogare per via informatica con programmi specifici.

asse casa –habitat sociale

  • provvedere ai piani di sviluppo che prevedono la fornitura di alloggi alle perone con disabilità con vario grado di sostegno, temporanei o definitivi, a costi accettabili e belli;
  • redigere e attuare piani di sviluppo dell’auto-aiuto, dell’associazionismo, di valorizzazione del sostegno informale e di alternative abitative alle istituzioni sanitarie e sociali;
  • sviluppare la mutualità con i collaboratori familiari assunti dalle famiglie per il sostegno e l’accudimento delle persone nel proprio habitat sociale;
  • considerare l’ambiente elemento fondante per la strutturazione dell’individuo;
  • considerare il sostegno al mantenimento del possesso contrattuale e regolato della casa e di oggetti propri, come lento fondante e di accesso allo scambio interumano;
  • considerare la bellezza dell’ambiente come testimonianza riproduttiva della dignità della persona;
  • basare la propria azione sull’accoglimento e sulla continua messa in rete dalla famiglia e delle persone con la comunità circostante;
  • sostenere il diritto (possesso mutuale) alla casa attraverso la creazione di habitat sociale, dimensionando i nuclei abitativi alla tipologia familiare (max 6 persone, minimo 180 mq,tre camere, due servizi, possibilità di accesso di spazi verdi);
  • sviluppare forme di accoglienza etero-familiari.

asse socialità-affettività

  • investire e sviluppare progetti di formazioni in grado di valorizzare le risorse umane e relazionali dei propri lavoratori/soci/ associati;
  • considerare e partecipare alla vita sociale, culturale e sportiva del proprio territorio includendovi le persone con disabilità ed in condizioni di bisogno socio-sanitario;
  • promuovere e sostenere le organizzazioni dell’arte e della creatività,dello sport, partendo e incorporando la storia e le tradizioni locali;
  • lavorare in rete e promuovere le risorse del volontariato dell’associazionismo locale e la presa in carico congiunta con il servizio pubblico, delle persone con disabilità e in condizioni di bisogno socio-sanitario;
  • sostenere e garantire la conservazione e la valorizzazione dei possessi (mobili ed immobili) individuali delle persone con disabilità ed in condizione di bisogno socio-sanitari come principali mediatori dell’affettività- socialità;
  • difendere e rendersi garante delle proprietà private dei propri soci con disabilità sociali e favorire lo sviluppo della stessa.

asse formazione-lavoro

  • redigere e costruire piani di impresa in grado di fornire formazione-lavoro per le persone con disabilità partendo dalle persone istituzionalizzate;
  • promuovere l’utilizzo di controllo di gestione programmatico,economico, attuativo che possano documentare le risorse ed abilità che passano dai propri piani d’impresa alle persone con disabilità, almeno in termini fruttivi;
  • investire su “ambienti” prevalentemente imprenditoriali dove si realizzi l’alta fruibilità di scambi interumani e dove vengono tenuti nel giusto equilibrio: la variabile economica, il sistema valoriale di rete locale, il valore del soggetto e del suo prodotto (microsistemi economico-sociali);
  • mettere a frutto le risorse dislocate dal pubblico come investimento, per piani di impresa in grado di aumentare le occasioni di inserimento formativo-lavorativo delle persone con disagio psichico e di rendere più efficienti e produttivi gli investimenti realizzati dall’Ente pubblico;
  • sostenere e investire in imprese sociali di produzione e lavoro, che siano anche in grado di promuovere ed attivare processi di ri-abilitazione( imprese sociali miste o plurime);
  • contestuali con i territori di riferimento delle persone; di piccole dimensioni, autogestite e indifferenziate nella produzione;
  • mettere in atto protocollo d’intesa, convenzioni con finalità di interscambio esperienzale per le persone con disabilità ed in condizioni bisogno socio-sanitario e per tutti i soci/associati tra i diversi micro-sistemi economico sociali.

Visualizza il prospetto completo delle attività (.pdf)

Contattaci per ulteriori informazioni

Comunità EOS

Il laboratorioLa Comunità Educativa di tipo Familiare EOS è un servizio residenziale che accoglie temporaneamente il minore qualora il nucleo familiare sia impossibilitato o incapace di assolvere il proprio compito.

La struttura nella quale ha sede la realtà educativa è una villa su tre livelli situata all’interno di un parco, in essa il minore trova uno spazio personale rappresentato da un ambiente adatto alle sue esigenze e ritagliato secondo le sue caratteristiche. Nell’edificio è presente un reparto giorno, costituito da cucina/sala da pranzo, soggiorno, un ambiente per le attività ludico-ricreative e un reparto notte, costituito da tre camere, una lavanderia, tre servizi igienici. La villa dispone di un ampio spazio verde cintato all’interno del parco e sul retro di un ulteriore spazio verde, che consentono lo svolgersi di attività ricreative esterne.

L’ambiente è curato e pulito, la casa è accogliente e organizzata: rappresenta nella sua semplicità uno spazio ordinato in cui i ragazzi imparano a rispettare gli spazi comuni. La Comunità Educativa di tipo Familiare “EOS” rispetta i criteri e le normative vigenti per gli edifici di civile abitazione. L’organizzazione degli spazi assicura ai minori una ospitalità di tipo familiare (ambienti personalizzati ed ordinati, tutela della riservatezza) nonché aree per le attività comuni. Il laboratorio

Finalità: ha finalità socio-educative ed assistenziali volte alla supplenza temporanea del nucleo familiare.

Destinatari: minori da 4 a 13 anni di entrambi i generi allontanati dal proprio nucleo familiare in seguito all’intervento dei Servizi Sociali.

Capacità di accoglienza: La comunità educativa può accogliere fino a 6 minori compatibilmente con la capacità alloggiativa della struttura; può essere prevista una disponibilità aggiuntiva di un posto per permettere l’accoglienza di sorelle e fratelli e per le emergenze.

Accesso: L’accesso al servizio avviene attraverso i Servizi Sociali dei Comuni. Tempi di permanenza: sono in funzione del progetto educativo individualizzato stilato dai Servizi Sociali invianti in collaborazione con il personale della struttura.

Visualizza la Carta dei Servizi della Comunità EOS (.pdf)

Contattaci per ulteriori informazioni

 

Share